fbpx

LE RUNE, LE ORIGINI
Molti di voi avranno sicuramente sentito parlare delle Rune e le avranno quasi certamente associate ad un oracolo di tradizione germanica.

Sentii parlare per la prima volta dell’alfabeto runico ai tempi dell’università, quando dovetti affrontare un esame particolarmente complesso di Filologia Germanica con lo studio di un testo in lingua originale dal titolo “Edda” di Snorri Sturluson (1179-1241), in cui venivano trattati i miti e le leggende della tradizione nordica.

rune origini
foto dal web

Le origini dei simboli runici si perdono nella notte dei tempi e vengono fatte risalire addirittura all’Era del Bronzo.
Anche se le origini sono molto incerte, la tradizione comune le fa risalire alle popolazioni nordiche, germaniche, scandinave e anche celtiche, anche se qualcuno afferma che abbiano avuto origine da qualche popolazione etrusca. Di certo sappiamo che dalla Germania si diffusero in tutto il Nord Europa, in particolare in Svezia.
Lo storico romano Tacito tratta di questa usanza nel 98 d.C., annoverandola tra le pratiche più diffuse tra le tribù germaniche. Riporto qui di seguito il testo di Tacito, che è davvero affascinante:

“Essi attribuiscono alla divinazione e al responso del caso più importanza di qualsiasi altro popolo. Il loro modo di procedere alla consultazione è sostanzialmente uno: tagliano un ramo da un albero che dà frutti e lo dividono in piccoli pezzi che incidono con segni distintivi e li disperdono a caso su un panno bianco. Successivamente il sacerdote della comunità, nel consulti pubblici, oppure il capofamiglia, nelle cerimonie private, dopo avere invocato gli dei con gli occhi rivolti al cielo, raccoglie tre bastoncini, uno alla volta, e li interpreta secondo i segni precedentemente incisi su di essi”

(Germania, cap. X).

Odino
foto dal web

LA MAGIA DELLE RUNE

Il termine Runa significa “cosa segreta, mistero”. Fin dall’origine le Rune ebbero proprio questa funzione rituale e vennero utilizzate per divinare ed evocare alti poteri in grado di influenzare la vita delle persone, ma anche le condizioni atmosferiche, le maree, le guarigioni, la fertilità. Le Rune venivano incise negli amuleti, sulle coppe in cui si beveva, sulle lance di combattimento, sulle architravi delle dimore, sulle prue delle navi.


In tutto si tratta di 24 geroglifici o simboli più una completamente vuota, ognuno dei quali ha un significato particolare e si avvalgono dell’alfabeto runico chiamato “futhark”, che diventò l’alfabeto ufficiale delle popolazioni nordiche, affinché potessero comunicare tra loro.

Molti sono i testi che trattano questo affascinante argomento, anche se il più autorevole scrittore di questa materia è sicuramente Norak Odal, italianissimo, nonostante il nome, una vera autorevolezza in materia di Rune, i suoi 5 tomi sull’argomento sono semplicemente stupefacenti.
Intanto consiglio il Primo tomo dal titolo “Rune – Tomo 1 – Manuali per la divinazione”. In realtà Norak va molto oltre la mera divinazione e descrive questo potentissimo mezzo molto dettagliatamente, in grado di suggerire o sussurrare ad ognuno il proprio cammino di crescita e di evoluzione.

Per un’esposizione meno enciclopedica è più pratica si può leggere il testo “IL Potere delle Rune” di Kenneth Meadows, un interessante approccio al mondo runico.

Le Rune
foto dal web

LE RUNE, OLTRE L’ORACOLO

Il motto delle Rune potrebbe coincidere con la frase incisa all’ingresso dell’Oracolo di Delfo “Conosci te stesso”.
Le Rune ci insegnano, ci educano, ci portano all’interno del nostro Essere. Ciascuno di noi è un “oracolo” e quando preghiamo o meditiamo ci mettiamo in contatto con la nostra guida interiore, con quella parte di noi che conosce perfettamente tutto ciò di cui abbiamo bisogno di sapere in merito alla nostra vita e alla nostra evoluzione.


Consultare le Rune ci consentirà di oltrepassare le barriere della ragione, le catene dei condizionamenti, consacrando quella parte in cui il nostro Essere è più duttile, sensibile e aperto al cambiamento. Gli insegnamenti arriveranno più velocemente quanto più le nostre Anime e l’Universo ci spingono verso una nuova crescita e consapevolezza.


Qualunque cosa siano le Rune, un ponte tra l’Ego e l’Io Superiore, un legame tra l’Io Superiore e il Divino, comunque l’energia che assumono è la nostra e, alla fine, anche la Saggezza. Perciò, quando inizieremo a prendere contatto con la Conoscenza del nostro Io Superiore, inizieremo a ricevere messaggi di intesa e profonda bellezza e di autentica utilità.

Rune significato
foto dal web

LE RUNE, IL SIGNIFICATO

Molte persone preferiscono incidere personalmente le proprie Rune su pezzetti di legno, o disegnarle su piccoli sassi o su pietre. Questa è un pratica molto interessante e fa sì che il mezzo delle Rune diventi proprio, si leghi alla persona, al suo inconscio, al suo Essere più profondo. Ma vanno bene anche le Rune acquistate, cercando tra le centinaia in commercio quelle che più vi attirano e che vi parlano attraverso un linguaggio silenzioso.

Vorrei elencare qui di seguito i semplici significati delle 25 Rune con una sola parola chiave che ne riassume l’essenza.
Il simbolo corrispondente lo potete vedere dall’immagine di questo articolo. Io le ho riportate secondo la sequenza con cui le ho imparate, l’immagine invece le riporta in ordine sparso


• Mannaz Il Supremo
• Gebo Dono
• Ansuz Runa Messaggera
• Othala Separazione
• Uruz Forza
• Perthro Iniziazione
Naudhiz Necessità
• Ingwaz Fertilità
• Eihwaz Difesa
• Elhaz Protezione
• Fehu Possesso
• Wunjo Luce
• Jera Raccolto
• Kenaz Fuoco
• Tiwaz Vittoria
• Berkano Rinascita
• Ehwaz Progresso
• Laguz Acqua
• Hagalaz Vulcano
• Raidho Comunicazione
• Thurisaz Ingresso
• Dagaz Trasformazione
• Isa Arresto
• Sowilo Sole
• Runa Bianca Destino


Ci sono tanti modi per poterle leggere ed interpretare e, ovviamente, ci vuole studio, dedizione ed anche il suo tempo.
Se siete curiosi provare con una sola Runa, come messaggio della giornata o come responso ad una domanda che vi sta particolarmente a cuore. La risposta arriva sempre, quando siamo pronti a riceverla.


Che le Rune siano con voi…

Serenella D’Ercole
Ricercatrice spirituale e life coach

Share This